Accoglienza richiedenti asilo


La Cooperativa Comunità Servizi ha iniziato il suo percorso di accoglienza di richiedenti asilo partecipando ai bandi emessi dalla Prefettura di Vicenza nell’anno 2016 e nell’anno 2017.

Ad oggi abbiamo attivi quattro appartamenti: uno nel Comune di Santorso (VI), e tre nel Comune di Schio (VI), per un  totale di 18 persone accolte, di cui due minori.

Il progetto di accoglienza prende avvio all’arrivo del migrante, al suo ingresso all’interno nell’appartamento e prevede aspetti legati alla quotidianità, buon funzionamento delle attrezzature in appartamento, acquisto generi alimentari e prodotti per pulizia personale e dell’ambiente e l’accompagnamento per gli aspetti burocratici e sanitari e la mediazione nelle dinamiche che si instaurano con i gli altri ospiti dell’appartamento, sostegno psicologico individuale o di gruppo.

Fin dal colloquio iniziale si intende verificare la presenza di particolari esigenze o necessità da parte del migrante, sollecitarlo a presentare domande e richiedere chiarimenti, rafforzare l’orientamento spazio-temporale fornendo piantine geografiche e accompagnando l’ospite a conoscere il territorio.

Entro due settimane vengono iscritti alla scuola di italiano, a ciascun beneficiario sono garantite sei ore di lezione a settimana, otto ore in casi di particolare necessità.

Per tutto il progetto di accoglienza molta attenzione viene posta alla ricerca di opportunità di formazione, di tirocinio, lavoro, volontariato, in quanto fondamentali strumenti ai fini dell’integrazione nel territorio locale e nel tessuto sociale.

L’informazione in merito alla normativa e al funzionamento del sistema di accoglienza ricopre un ruolo fondamentale.

Il servizio di informazione dura per tutta la durata del progetto, per fare sì che il migrante disponga di conoscenze aggiornate per quanto riguarda la normativa esistente, il funzionamento del sistema di accoglienza per richiedenti asilo, i diritti e i doveri, le opportunità.

Particolare attenzione viene posta alla preparazione ai momenti più importanti del percorso di accoglienza: la compilazione del modello C3, l’audizione dinnanzi alla Commissione Territoriale, la decisione di presentare ricorso e richiedere il gratuito patrocinio, la decisione di aderire al rimpatrio, la ricerca dell’ Avvocato, la preparazione per la comparizione al Tribunale dell’Ordine degli Avvocati di Venezia, l’accompagnamento all’uscita del progetto in caso di esito positivo, il supporto nel ricercare soluzioni post accoglienza.

  • Facebook
  • Casa Abilè